I 32 candidati per Macerata Capoluogo

I 32 candidati per Macerata Capoluogo

I 32 candidati per Macerata Capoluogo

Mancano poco più di 30 giorni alle elezioni e queste settimane a venire saranno sicuramente intense, non mancheranno gli appuntamenti per incontrare i candidati della lista Macerata Capoluogo, nella quale mi onoro di partecipare cercando di portare il mio piccolo contributo insieme ai tutti gli altri candidati.

Ieri mattina è stato un bell’incontro al Di Gusto Italiano, abbiamo avuto modo di stare insieme e fare un piccolo confronto, la nostra lista è divisa al 50% tra donne e uomini, tra questi molti di noi sono commercianti, operai, impiegati, avvocati e architetti, tutte persone che sanno bene quali sono i problemi della città e vogliono contribuire a risolverli, questa squadra è ben bilanciata ed equilibrata per competenze e professioni e sono convinta che con il vostro aiuto possiamo farcela e cambiare direzione alla città, farla diventare davvero Macerata Capoluogo.

Ecco il gruppo dei candidati:

Lista Macerata Capoluogo: Alessandro Savi (46 anni) impiegato, consigliere comunale uscente; Luigi Ricci (73 anni) libero professionista; Jasmine Barbieri (41 anni) impiegata; Fabrizio Centioni (46 anni) fotografo; Mauro Chiarotti (52 anni) avvocato; Emanuele Cingolani (39 anni) geometra; Filomena (detta Milena) Consoletti (39 anni) commerciante; Stefano Crucianelli (36 anni) educatore; Anna De Stephanis (41 anni) libero professionista; Francesca Di Pietro (41 anni) commerciante; Rosario Ferragina (53 anni) antiquario; Alessandro Gentilucci (53 anni) bancario; Giuseppina Governatori (53 anni) insegnante; Sergio Grassi (50 anni) dipendente azienda privata; Mangeb Princely Mangeb (42 anni) operaio; Claudio Margarucci (45 anni) avvocato; Alberto Massarini (73 anni) insegnante; Valentina Monterosso (26 anni) disoccupata; Anna Maria Orazi (50 anni) parrucchiera ed estetista; Laura Pelletti (30 anni) addestratrice cinofila; Cristiana Piangiarelli (44 anni) fisioterapista; Francesca Pierandrei (48 anni) impiegata; Federica Pietrella (33 anni) laureata disoccupata; Mauro Proietti Pannunzi (63 anni) medico anestesista; Maria Grazia Salvatori (59 anni) impiegata Inps; Samuel Sampaolesi (34 anni) impiegato Poste Italiane; Maria Luisa Sbardellati (61 anni) pensionata ex infermiera; Alessandra Smorlesi (41 anni) laureata disoccupata; Lucia Taffetani (49 anni) architetto; Luca Tombesi (34 anni) libero professionista; Savina Trillini (41 anni) casalinga; Enrico Vita (70 anni) libero professionista.

Ora tocca a voi … Anna

Mettiamo il Centro al centro!

Mettiamo il Centro al centro!

Mettiamo il Centro al centro!

Che non siano stati buoni sotto il profilo commerciale gli ultimi 10 anni ce lo dicono le decine di locali vuoti ed abbandonati, un centro storico della città abbandonato a se stesso, incapace di attrarre come dovrebbe e come è sempre stato, chi non ricorda gli anni ’80 e ’90, quando le vie del centro erano popolate e piene di vita, con decine di attività differenti che rendevano completo il Centro!

In questi anni le politiche volte più a favorire il decentramento piuttosto che la riqualificazione del Centro, hanno contribuito alla migrazione e spesso la scomparsa di molte realtà commerciali, quelle che erano il cuore pulsante della città, oggi diventato un luogo fantasma con poche realtà commerciali in difficoltà, occorre dare al Centro quella giusta connotazione che merita con incentivi e politiche che favoriscano il rifiorire della città.

Macerata Capoluogo ha questi obbiettivi come parte del programma per la città, consentire un accesso regolato e facilitato al Centro storico è una delle priorità per dare un impulso allo sviluppo della città, la quale senza uno stimolo non potrà che tendere ad un peggioramento dell’attuale situazione, non possiamo permetterlo!

Anna

Macerata Capoluogo: azioni concrete per il lavoro

Macerata Capoluogo: azioni concrete per il lavoro

Macerata Capoluogo: azioni concrete per il lavoro

Siamo di fronte alla possibilità di un cambiamento reale, il prossimo 31 Maggio ci saranno le elezioni comunali, la mia azione concreta in tal senso è sostenere chi vuole cambiare tendenza per il lavoro, creando opportunità e nuove condizioni per la creazione di imprese per i giovani.

Uno dei punti cruciali per l’avvio di uno sviluppo sostenibile e di facile attuazione, è la semplificazione burocratica, oggi troppo complicata da mille voci spesso sovrapposte l’un l’altra, questo è un primo passo ma occorre farne altri ancora più importanti come l’accesso ad una serie di facilitazioni fiscali e creditizie, senza una seria coordinazione di questi aspetti non potrà esserci sviluppo imprenditoriale locale, purtroppo in questi ultimi anni abbiamo visto cosa è successo al tessuto economico locale, per fermare questo e cambiare tendenza occorre fare presto e bene, siamo già oltre il limite consentito!

Per questo motivo e sulla base delle motivazioni di un programma ben strutturato basato su punti realizzabili concretamente, non la solita aria fritta elettorale, mi candito e sostengo la lista Macerata Capoluogo, un’azione concreta alla base di una scelta nel merito del programma e delle persone che ne fanno parte, dove è imprescindibile per ognuno il cambiamento istituzionale ed economico per la città di Macerata.

Anna con Macerata Capoluogo