Ci siamo ... ci sono e voi ci siete? :D

Ci siamo … ci sono e voi ci siete? 😀

A pochi giorni dalle elezioni per il Sindaco e Consiglieri Comunali di Macerata l’aria della prossima competizione elettorale comincia ad essere sempre più palpabile, i vari schieramenti sono in fibrillazione e c’è un gran movimento, mi sento onorata di far parte della lista Macerata Capoluogo della quale condivido appieno il programma.

Vediamo uno stralcio del programma relativo alla “macchina amministrativa”:

L’attuale congiuntura economica impone sacrifici a tutti i cittadini e l’amministrazione comunale non può certamente esimersi dal rigore e da un controllo accuratissimo di tutte le voci di spesa: in una parola, deve dare l’esempio alla cittadinanza di una gestione oculata e attenta al risparmio.

Pur nella convinzione che l’attività politico/amministrativa debba essere remunerata proprio per essere alla portata di tutti, riteniamo importante lanciare un segnale alla politica tutta, in particolare al livello regionale dove, com’è noto, consiglieri e assessori percepiscono compensi altissimi.

Di conseguenza, Macerata Capoluogo propone una riduzione del numero degli assessori di almeno un quarto (dagli attuali otto ad un massimo di sei) ed un taglio del 50% delle indennità degli stessi e del Sindaco: tale operazione consentirebbe, infatti, un risparmio netto di oltre 250.000 euro all’anno da destinare ad un fondo di solidarietà esclusivamente dedicato ai cittadini che hanno perso il posto di lavoro.

Parimenti, sarà necessario promuovere un risparmio sostanziale delle spese per il personale attraverso un ripensamento complessivo della “macchina” comunale (numero dei dirigenti, premi per gli stessi) ed un ripensamento delle Aziende, soprattutto per quanto riguarda il personale di nomina politica: la stessa APM potrebbe infatti convogliare una parte più sostanziale dei propri utili al miglioramento dei servizi pubblici.

Riteniamo necessaria, inoltre, una mappatura definitiva di tutti gli immobili di proprietà comunale finalizzata a:

  • incrementare l’edilizia popolare (tali immobili, infatti, potrebbero essere assegnati in comodato d’uso alle famiglie meno abbienti in cambio di piccoli lavori di ristrutturazione e manutenzione);
  • alienare tutti quei beni che l’ente non è in grado di valorizzare e mettere a profitto.

In materia di trasparenza, riteniamo utile dedicare una sezione del sito web alle spese quotidianamente effettuate dall’amministrazione mettendo in evidenza soprattutto l’erogazione dei contributi ad enti e associazioni; tale elenco di contributi sarà pubblicato una volta l’anno sul periodico di informazione inviato alle famiglie.

Sarà istituito un ufficio preposto a fornire chiarimenti ai cittadini in merito ad ogni voce di spesa, tagliando così i tempi lunghissimi previsti per l’accesso agli atti.

Infine, Macerata Capoluogo propone di istituire un organismo in seno all’amministrazione comunale che gestisca ogni forma di sponsorizzazione degli eventi e delle realtà associative presenti nel territorio: tale organismo, operando in pieno accordo e sinergia con gli sponsors privati, avrà il compito di proporre agli stessi possibili destinazioni dei finanziamenti cercando di armonizzare il più possibile tali risorse, distribuirle in maniera equa nonché assicurare al privato la massima visibilità.

Il nostro programma è indirizzato verso tutte quelle tematiche sentite dai cittadini, che gestite in modo efficiente possono realmente migliorare i servizi erogati e migliorare anche lo stile di vita, sistemi snelli e veloci non possono che far bene ad un sistema in cui la burocrazia è importante ma non per questo deve essere lesiva del tempo delle gente.

Anna Orazi con Macerata Capoluogo.

WhatsApp chat